CALCIO NAPOLISPORT

NAPOLI-LECCE: diretta testuale ore 18:00

NAPOLI

0   –   0

LECCE

 

– premere F5 per aggiornare la diretta –

Cronaca testuale dell’incontro, minuto per minuto

Ecco le formazioni ufficiali :

 

NAPOLI (4-3-3): Meret (1); Di Lorenzo (22), Ostigard (55), Juan Jesus (5), Olivera (17); Anguissa (99), Lobotka (68), Cajuste (24); Politano (21), Simeone (18), Kvaratskhelia (77)
Allenatore: Francesco CALZONA
LECCE (4-4-1-1): Falcone (30); Gendrey (17) Baschirotto (6), Pongracic (5), Gallo (25); Almqvist (7), Ramadani (20), Berisha (18),  Dorgu (13); Blin (29); Krstovic (9)
Allenatore: Marco BARONI
Arbitro: Federico DIONISI di L’Aquila

 

Ultima di Campionato. Le squadre fanno il loro ingresso in campo.
Il Napoli indossa la consueta maglia azzurra e pantaloncino bianco; il Lecce è con un completo rosso.

 

PRIMO TEMPO
0′ – batte il calcio d’avvio la squadra ospite che, dalla nostra postazione, attacca da destra verso sinistra
1′ – ruba palla sulla destra Politano, traversone al centro e non riesce la rovesciata di Kvaratskhelia
2′ – traversone al centro di Di Lorenzo e colpo di testa di Olivera, che si inserisce, ma manda il pallone sopra la traversa
4′ – primo calcio d’angolo dell’incontro per il Napoli. Pallone al centro e difesa salentina che libera
8′ – prima occasione dell’incontro per il Lecce. Dal vertice di sinistra, Krstovic entra in area e scheggia il secondo palo, prima che la palla si perda sul fondo. Meret era battuto
11′ – conclusione dal limite di Politano che si perde sul fondo. Palla di poco distante dal palo
16′ – punizione dai 25 metri per il Napoli, da posizione centrale, per fallo su Lobotka. Palla marbida di Politanoin area che si perde sul fondo: schema non riuscito
18′ – punizione per il Napoli dal vertice dell’area di sinistra. Alla battuta in area Kvaratskhelia, ma la difesa del Lecce è attenta e libera
20′ – conclusione di sinistro di Simeone dal limite, ma il pallone sorvola la traversa
24′ – Simeone si allunga il pallone in area e non riesce a concludere
26′ – ancora un tiro dalla bandierina per il Napoli. Traversone di Politano, ma Baschirotto libera su Ostigard: nulla di fatto
32′ – possesso palla prolungato del Napoli, ma il Lecce non lascia spazi
35′ – applausi dagli spalti per uno striscione esposto dall Curva B: “C’era un titolo da onorare, ma avete giocato senza lottare… dal trionfo al tonfo. Vi siamo grati, ma a stento ricordati”
42′ – ancora vicino al goal il Lecce con una conclusione dal limite di Berisha che viene deviata in angolo da un difensore azzurro. Nulla di fatto dalla bandierina, il traversone si perde sul fondo
45′ – si chiude tra i fischi la prima frazione di gioco, senza che Dionisi assegni alcun minuto di recupero.
Zero a zero si conclude il primo tempo, con nessuna conclusione degna di nota da parte degli azzurri. Tanto possesso pallo per gli azzurri, ma le giocate più pericolose le ha realizzate il Lecce con Krstovic, che ha scheggiato il secondo palo e il diagonale di Berisha.

 

SECONDO TEMPO
entra Raspadori (81) ed esce Simeone
entra Ngonge (26) ed esce Politano
45′ – si riparte. Pallone agli azzurri
47′ – conclusione dai trenta metri di Cajuste che sorvola la traversa
49′ – prima vera occasione da goal per il Napoli. Violenta conclusione dal vertice dell’area di destra di Ngonge e gran parata di Falcone che devia in angolo
50′ – sugli sviluppi del corner battuto da Kvaratskhelia, conclusione debole di Raspadori e parata di Falcone
52′ – conclusione di Kvaratskhelia di sinistro che esce di poco sul secondo palo
53′ – palo di Cajuste. Ottimo momento del Napoli, ma anche la sfortuna ci mette del suo. Le squadre rimangono a punteggio di parità, mentre l’Atalanta sta battendo per 2 reti a 0 il Torino
55′ – ancora una conclusione per il Napoli con Raspadori, ma il pallone è alto
56′ – entra Pierotti (50) ed esce Krstovic
56′ – entra  Gonzales (16) ed esce Almqvist
61′ – passano i minuti, ma il Napoli non riesce ad affondare. Con tranquillità si difende il Lecce, chiudendo tutti gli spazi agli azzurri. Nonostante le notizie confortanti da Bergamo, a Napoli il risultato non si sblocca e le residue speranze europee si sciolgono come neve al sole
63′ – traversa di Ngonge !!! Niente da fare, annata no in tutti i sensi per il Napoli. Si salva ancora il Lecce
64′ – entra Piccoli (91) ed esce Gallo
65′ – entra Osimhen (9) ed esce Cajuste
69′ – Kvaratskhelia cerca di servire il neo-entrato Osimhen, ma Falcone anticipa in uscita l’attaccante azzurro
71′ – murata la conclusione di Olivera, con Baschirotto che salva quasi sulla linea
72′ – nel frattempo giunge sugli spalti la notizia che l’Atalanta batte per 3 -0 il Torino: occorrono i tre punti per gli azzurri
74′ – gioco interrotto ed intervento dei sanitari per soccorrere un giocatore salentino. Ne approfittano gli azzurri per dissetarsi; bottigliette d’acqua lanciate dalla panchina per gli azzurri
75′ – Meret esce al limite dell’area e allontana di piede
76′ – calcio d’angolo per gli azzurri. Ma ancora una volta c’è un nulla di fatto
77′ –  entra Rafia (8) ed esce Berisha
77′ – entra  Oudin (10) ed esce Blin
79′ – conclusione di Osimhen dal limite di poco fuori; ma il gioco era fermo per fallo su Pongracic
80′ – conclusione dal vertice di destra dell’area di rigore di Di Lorenzo, da dimenticare
83′ – dai 25 metri c’è la conclusione di Oudin che si perde di poco sul fondo, alla sinistra di Meret
85′ – entra Mazzocchi (30) ed esce Di Lorenzo
86′ – parata a terra in due tempi di Falcone, su conclusione dal limite di Raspadori. Non è apparsa particolarmente violenta la conclusione del  n. 81
88′ – imbucata di Kvaratskhelia per Osimhen non riuscita. Palla del portiere salentino
90′ – concessi 5′ di recupero. Ultimi cinque giri di lancette per sperare l’Europa
92′ – altro striscione polemico dalla Curva B: “Campionato 2023.2024 – Né calore, né folklore… al fischio finale sparite in poche ore !”
95′ – colpo di testa di Osimhen, ma Falcone risponde ancora presente
95′ – triplice fischio di Dionisi.
Bordata di fischi dagli spalti per il Napoli che conclude il proprio Campionato al decimo posto. Niente Europa per gli azzurri di Calzona.
Fischi, fischi, fischi. Fine ingloriosa di un Campionato con lo scudetto in bella mostra sulla maglia azzurra.
E con questo è tutto, dal Maradona vi salutiamo e vi ringraziamo per aver seguito ancora una volta la nostra diretta.
Buona domenica e buona estate a Tutti.
Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio