SPORT

Il Napoli cala il poker al Tardini

Un Napoli in forma smagliante, travolge il Parma per quattro reti a zero e lascia immodificata la distanza 13 punti dalla capolista Juventus, allungando ulteriormente sull’Inter raggiunta dalla Fiorentina con un contestatissimo rigore al 110′ minuto di gioco.

Al Tardini, contro un evanescente Parma che mai ha impensierito Meret, eccezion fatta per una splendida parata su destro a giro di Gervinho nel secondo tempo, la squadra di Ancelotti ha dominato dal primo minuto sbollando l’incontro al 19° minuto con un piattone di Zielinski ben servito da Hysaj; il raddoppio poi è arrivato al 36′ con una punizione di Milik, che imbeccato dalla panchina da Ancelotti, ha tirato un rasoterra chirurgico che è passato sotto la barriera intenta a saltare, lasciando impietrito l’ex portiere del Napoli, Luigi Sepe.

Nel secondo tempo hanno reso più rotondo il risultato, in successione ancora una volta il polacco Milik al 73′, mentre la rete del poker è stata realizzata da Ounas, da poco subentrato, ben servito da Verdi.

Insomma una bella gara, che ha allontanato gli spettri degli 0 a 0 fuori casa ed ora aspettiamo con tranquillità la Juventus che domenica sera affronterà la squadra del Napoli tra le mura amiche di Fuorigrotta, in quello che si preannuncia il big-match serale della 26^ giornata di Campionato.

Particolarmente soddisfatto anche il mister Ancelotti, che ai microfoni, nel post partita ha così affermato: “La nostra partita è stata in linea con le ultime prestazioni. La differenza l’ha fatta l’incisività sotto porta, abbiamo creato e sfruttato le occasioni. Continuiamo a lottare e domenica c’è la Juve. Sfidarli ci darà tanti stimoli, è una sfida affascinante e ce la giocheremo senza pensare al distacco in classifica. Sono stato io a dire a Milik di calciare in quel modo, era molto vicino alla porta”.

Mostra di più

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button